Bufale all’orizzonte: l’anima e la coscienza quantistica

Un argomento “tipo” di fronte al quale inorridire. Coscienza e immortalità dell’anima. Hai dubbi? Sei out amico mio, arriva la Meccanica Quantistica (MQ) a spiegarti tutto, a dirti che l’anima è un po’ come …. un elettrone, sì un elettrone che è ovunque e in nessun luogo ed è per questo, in linea di principio, immortale. Con la morte le informazioni quantistiche che formano l’anima non vengono distrutte, ma lasciano il sistema nervoso per tornare ad abbracciare l’universo intero! Sì, ok, ci sarebbe il paradosso dell’informazione nei buchi neri formulato da Stephen W. Hawking e, dunque, se l’informazione della mia anima immortale finisse nelle fauci di un gigante nero e questo dovesse poi evaporare potrebbe distruggerla, ma sì anche questa è un’inezia e gli scienziati, si sa, mica hanno sempre ragione, mica hanno solide certezze. Il più delle volte hanno solo opinioni!

Rappresentazione artistica di un buco nero supermassiccio che assorbe materia da una stella vicina. In basso: immagini che si pensa mostrino un buco nero supermassiccio che divora una stella nella galassia RXJ 1242-11. A sinistra: immagine ai raggi X. A destra: immagine ottica. Immagine di pubblico dominio [https://commons.wikimedia.org/wiki/File%3ARxj1242_comp.jpg]

Continua a leggere