Filosofia e Vita: Isocrate e l’Attualità del Sogno di una Democrazia Moderata

ceb9cf83cebfcebacf81ceaccf84ceb7cf821

Su historicaleye.it, nell’articolo intitolato Storie di Eroi, Strateghi e Filosofi: Barack Obama e l’Athenian Dream di Isocrate, ho parlato dell’attualità del sogno di Isocrate e, principalmente, del periodo storico che va dalla fine della guerra del Peloponneso all’ascesa al potere di Filippo II di Macedonia. Ho presentato brevemente il libro di Michael Scott, Dalla democrazia ai re. La caduta di Atene e il trionfo di Alessandro Magno, Laterza, 2009. Oggi vorrei approfondire la figura di Isocrate.  Continua a leggere

Annunci

La Polis, il Principe, l’Individuo: intermezzo sull’Idea di Pace nel Mondo Antico

44-%cf%83-%ce%b1%cf%83%cf%80%ce%af%ce%b4%ce%b1-%ce%b1%cf%87%ce%b9%ce%bb%ce%bb%ce%ad%ce%b1

Nell’anonimo Agone tra Omero ed Esiodo si racconta come una gara tra due poeti venga risolta dal re dell’Eubea con la vittoria del secondo, in quanto la sua opera esortava all’agricoltura e alla pace, non alla guerra e alle razzie. Mail pubblico avrebbe preferito altro, ossia che il premio fosse assegnato a Omero. Il giudice non fu poi così … saggio? Andava controcorrente? Forse no. All’epoca l’elogio della pace era un paradosso, anche se l’Iliade non ne è estranea, soprattutto nella celebre descrizione dello scudo di Achille.   Continua a leggere

Le Guerre Persiane tra Erodoto e Cornelio Nepote

La causa delle guerre persiane fu principalmente lo spirito di libertà delle colonie greche dell’Asia Minore. In questo video ho ripercorso le tappe principali delle due guerre. Ora, invece, ci concentriamo sulle fonti per avere una le linee guida di base per eventuali approfondimenti.  Continua a leggere

Gneo Nevio e le Guerre Puniche

Gneo Nevio è stato un cittadino romano di origine campana. Ha combattuto nella Prima Guerra Punica (264-241) forse verso la fine del conflitto. Pare che fosse un plebeo e questo sarebbe un unicum nella tradizione romana: sembra infatti che nelle Roma arcaica i letterati romani non andassero molto di moda. Continua a leggere

Quando Nasce la Letteratura Latina? Il Teatro Arcaico di Livio Andronico

Scena di attori comici che danzano dalla Villa di Cicerone a Pompei.

Livio Andronico giunse a Roma da Taranto nell’anno in cui si concluse la guerra tra le due città, il 272 a.C.. Si spiega anche il “prenome” romano, praenomen, Livio. Andronico infatti era un greco e assunse il prenome del patrono di cui fu liberto, Livio Salinatore. A Roma faceva il professore di latino e greco, il grammaticus, nonché autore e attore di testi scenici. Continua a leggere

Atene da Solone a Clistene: l’Illusione della Democrazia

Skyphos attico a figure rosse. Opera di Pistosseno. La lezione di musica, Cerveteri, 470-460 a.C. ca. (Credit:Museum von Schwerin).

In Omero ed Esiodo i detentori del potere giudiziario sono i basiléis, il cui compito è ricordare le thémistes, norme tradizionali di origine divina che presiedono alla vita della comunità. Nel momento in cui il desiderio di vedere conservato il patrimonio mitico corrente, sottraendolo all’arbitrio degli aedi, conduce alla stesura dei poemi omerici e alla composizione delle opere di Esiodo, si afferma la stessa esigenza anche a proposito delle consuetudini.  Continua a leggere

La Biblioteca e il Museo di Alessandria

Ricostruzione teorica della sala interna della Biblioteca di Alessandria.

Dopo la morte di Aristotele (322 a.C.) il centro degli studi scientifici si spostò ad Alessandria. Siamo in un’epoca scossa da grandi rivolgimenti politici legati ad Alessandro Magno e alla sua morte, momento in cui Tolomeo Soter si impadronì dell’Egitto. Alessandria divenne la capitale del nuovo regno dei Tolomei.

Continua a leggere